Idee Creative

La tecnologia al servizio dello sport: ecco come è stato rivoluzionato il settore

Rivoluzione off e online: il 2018 sarà sicuramente l’anno della tecnologia applicata allo sport. Scopriamo insieme alcune delle principali innovazioni in questo settore.

Uno dei primi sport in Italia a vedere applicata la tecnologia è sicuramente il calcio, dove è stato introdotto per la prima volta il VAR chiamato anche “arbitro elettronico“ che molto spesso - sopratutto in Italia - viene molto contestato dalle tifoserie più disparate. Pensiamo anche alla convalida dei gol: ora viene tracciato elettronicamente con la “goal line tecnology”, impensabile fino a pochi anni fa.

Anche le metriche di analisi si sono evolute grazie alla tecnologia. Pensiamo ad esempio a Wyscout, una startup italiana che ha conquistato praticamente tutti i club nazionali e non. 
Si tratta di un software di analisi calcistica che tiene conto di metriche accuratissime relative a ciascun club, giocatore, e partita. 
Volete sapere, ad esempio quanti goal ha fatto Dybala nella scorsa partita o in questa stagione? Oppure quanti passaggi ha effettuato (e in che percentuale positiva). Insomma le potenzialità sono infinite, e molto spesso sorprendenti.
Anche le aziende di scommesse online si sono adeguate in tal senso, usando di fatto strumenti similari per sviluppare un’analisi predittiva delle quote.

Anche in moto la tecnologia è sempre più utile: da quest’anno anche i piloti di MotoGP vedranno recapiti SMS sul cruscotto per le comunicazioni di gara (bandiera rossa, gialla nera) e le eventuali penalità. Alcuni anche in questo caso, la soluzione non soddisfa tutti, dato che non è possibile doversi preoccupare anche di guardare il cruscotto mentre si guida (a oltre 200km orari!).

Tecnologia e sicurezza

Di recente uno studio su un campione di 111 ex giocatori di football americano deceduti ha dimostrato che 110 (il 99%!) di loro avevano danni permanenti al cervello dovuti agli urti conseguiti durante la propria carriera sportiva. 

Anche per questo negli Usa si sta cercando di innalzare la qualità dei caschi attraverso la tecnologia:  i due principali player del settore di rifornimento per questo sport ha infatti valutato l’implementazione di diverse soluzioni come ad esempio l’interno dell’elmetto stampato in 3D con cuscinetti adattabili direttamente per ciascun giocatore “su misura” oppure un guscio a placche che si muovono in maniera indipendente dal casco intero, riducendo la forza e tracciando i dati su forza e localizzazione di ogni impatto.

Tecnologia e allenamento

15174737983558-doing-pushups_925x.jpg

Anche l’allenamento amatoriale ha visto un cambiamento repentino grazie alla tecnologia. L’uso spasmodico di smartphone o smartwatch ha fatto spopolare la creazione di app ad hoc per l’allenamento amatoriale e professionale.

Apple ad esempio ha realizzato una partnership con Nike per realizzare degli Apple Watch dedicati all'allenamento fisico.  Molto spesso questi dispositivi “wearable” vengono utilizzati anche per monitorare i parametri vitali e tengono metriche e storico dei propri allenamenti. 

I wearable potrebbero essere utilizzati anche durante le gare di resistenza (ad esempio la maratona) per calibrare al meglio lo sforzo, ma per il momento i regolamenti non lo permettono.

Quale sarà la prossima frontiera dell’allenamento digitale 2.0? Voi che ne pensate usate questo tipo di applicazioni per tenervi in forma?

Visita la nostra sezione creativa!

Continuando la navigazione accetti la politica Cookie e Advertising del sito.